Spesometro dati fatture 2018: operazioni escluse

In via preliminare si ricorda che la scadenza dello spesometro per il 1° semestre 2018 è fissata al 1° ottobre 2018, (scadenza 30/9/2018 – festivo – prorogata per legge al primo giorno lavorativo successivo)

Per quanto riguarda i dati obbligatori da comunicare, per fatture emesse e ricevute, il D.L. 148/2017 ha introdotto alcune semplificazioni. Di seguito un elenco delle

OPERAZIONI ESCLUSE

  • carta carburante;
  • importazioni risultanti da bolletta doganale;
  • cessione di beni e prestazioni di servizi rese in ambito comunitario già comunicate con modelli INTRA;
  • esportazioni dirette ex art. 8 c. 1 lett. a) e b) DPR 633/72;
  • spese anticipate in nome e per conto del cliente, escluse dalla base imponibile Iva ex art. 15/633;
  • operazioni ex art. 74, c. 1 DPR n. 633/72, (Es. Commercio di sali e tabacchi, di fiammiferi, telefonia pubblica e vendita di documenti di viaggio per trasporto pubblico), poiché operazioni fuori campo IVA;
  • operazioni costituenti passaggi interni di beni tra rami d’azienda, ovviamente in presenza di separazione dell’attività Iva;
  • operazioni fuori campo IVA per mancanza del requisito soggettivo od oggettivo perché non soggette a fatturazione e/o a certificazione fiscale;
  • operazioni finanziarie esenti IVA ex art. 10 DPR n. 633/72;

Ad oggi l’Agenzia delle Entrate non ha comunicato alcun esonero per i dati già trasmessi al Sistema Tessera Sanitaria per cui si deve procedere ad includere le relative fatture nello Spesometro dati 2018.

Aprilia, 28/09/2018

Studio Sabbatini Amatulli Giannini

Leave A Comment

Impostazioni della casella dei cookie